I Templari e l’olio di Saydnaya


Pag. 309: «L’olio di Saydnaya proveniva dal santuario mariano situato a circa trenta chilometri da Damasco, in cui si venerava una icona della Vergine; da questa immagine sgorgava un olio profumato e taumaturgico, capace di guarire molte malattie: secondo una cronaca del tempo aveva fatto ritrovare la vista all’emiro di Damasco, dopo che aveva perso un occhio. Stranamente il santuario veniva frequentato indistintamente da ebrei, cristiani e musulmani, i quali acquistavano le ampolle con l’olio, la cui autenticità veniva sottoscritta, tra gli altri, anche dai cavalieri del Tempio. Uno di questi, Gualtiero di Marangiers, rimesso in libertà dopo essere stato in prigione a Damasco, prima di tornare a Gerusalemme passò da Saydnaya e acquistò un’ampolla di olio; successivamente la rivendette ad Aymeric di Montbrun, che la fece portare nel monastero da lui fondato in Francia. Molte di queste ampolle erano sparse in varie località europee, sia in Francia che in Italia (a Roma), oltre che al castello templare di Peñiscola».

Convent_of_Our_Lady_of_Saidnaya_01

Fonte: Wikipedia


quick info


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...